Home > Uncategorized > Piccole soddisfazioni tardive

Piccole soddisfazioni tardive

images

Premetto che sono perfettamente consapevole che il vero sconfitto sono io. Il mio blog è praticamente morto. E con esso tutti i suoi contenuti informativi, mentre Massimiliano Frassi con la sua associazione vittime della pedofilia (pensata sul modello della statunitense SNAP) vive un ottimo momento.

In ogni caso non posso nascondere che oggi le mie piccole soddisfazioni “tardive” me le sono prese.

Uno strano caso del destino, o forse un regista volontario (ed anche un poco sadico), ha infatti permesso che oggi al tribunale di Bologna si giocassero entrambi gli atti di una partita iniziata nell’estate di 3 anni fa.  A fine Giugno il mio blog venne oscurato dalla Procura di Bergamo, su mandato del PM Mancusi, che rispondeva ad una querela di Massimiliano Frass del 2007 (Aprile per la precisione).

Non contento Massimiliano Frassi una ventina di giorni dopo, spedì via mail al giornale online Paconline, attraverso i buoni uffici delle dottoressa Calicchia, responsabile dell’ufficio stampa del Comune di Latina, una propria intervista fatta da un giornalista rimasto sconosciuto (evidentemente era onorato alquanto di aver potuto intervistare di persona il Presidente di Prometeo) in cui si lasciava andare a giudizi poco lusinghieri verso la mia persona con l’aggravante di aggiungere fatti falsi.

Da qui la mia querela e la conseguente decisione della procura di Bologna di procedere contro Frassi e Calicchia.

Lo scontro legale di oggi ebbe un preambolo un anno fa quando fa nell’udienza preliminare del processo in cui ero imputato (quello voluto da Mancusi) venne spostato a Bologna (ove risiedo) per competenza territoriale.

Ma veniamo ad oggi. Io ero presente di persona da buon indagato, mentre Frassi e Calicchia non erano presenti.

Alle 10.30 del mattino iniziava ufficialmente il processo che mi vedeva imputato di diffamazione nei confronti di Massimiliano Frassi. Alle 11.22 il processo era già finito con l’archiviazione disposta dal dottor Scarpa per vizio di querela. Il mio vecchio blog (o meglio, quello che ne resta) dissequestrato. Appena avrò la sentenza la metterò online.

Subito dopo ci si spostava in un’altra aula. Il legale di Calicchia non era presente, e per sopperire a questa mancanza veniva nominato un avvocato presente in corridoio che la rappresentasse.

Dopo circa 30 minuti Frassi e Calicchia venivano rinviati a giudizio per diffamazione nei miei confronti. Il processo inizierà nel 2015 (credo gennaio, ma non ne sono sicuro).

—————————————————————————————————–

P.S: La foto che vedete, quella del tifoso con la scritta godo, è di pessimo gusto. Ma è la stessa che Frassi mise nel suo blog alla notizia della condanna definitiva di Valerio Apolloni che io continuo a ritenere vittima di un terribile errore giudiziario.

Piccole soddisfazioni tardive…..

Annunci
  1. Carla
    marzo 14, 2013 alle 9:47 pm

    Ciao Giustiziere, ben tornato finalmente!!!! D’ora in poi una certa giustizia non resterà più nell’ombra…..

  2. madame k.
    marzo 16, 2013 alle 11:03 pm

    Che sollievo e che piacere leggerti di nuovo!

  3. davide
    marzo 17, 2013 alle 3:32 pm

    Vai Zanetti il tuo amico di Reggio

  4. Simone
    marzo 18, 2013 alle 7:21 pm

    Credo che il suo blog abbia salvato tanti bambini da quei criminali che si arricchiscono sostenendo false accuse di pedofilia

  5. Giulio La Torre
    marzo 18, 2013 alle 9:44 pm

    Un padre separato pronto a lottare al fianco di chiunque che come me subisce ingiustizie e prevaricazioni

  6. Pierfrancesco
    marzo 25, 2013 alle 1:17 pm

    auguri Giustiziere! Ho seguito la tua vicenda fin da quando scoppiò il caso Tondelli su Indymedia, sempre augurandomi che il sopruso che stavi subendo andasse finalmente incontro a giustizia (su Apolloni, non sapendone nulla, non mi esprimo). Finalmente, anche se con ritardo e con una fissazione d’udienza addirittura al 2015, quella giustizia comincia a farsi vedere.

  7. marzo 28, 2013 alle 10:57 pm

    condivido con te il pensiero su Valerio….sono felice altresì per te …FRASSI …prima o poi pagherà ..la vita rende nel bene e nel male !!
    Auguroni :-))

  8. frog
    maggio 20, 2013 alle 5:04 pm

    un po’ tardivamente ma: BENTORNATO!!!!!

  9. amica
    agosto 18, 2013 alle 2:03 pm

    Spero tu stia bene, nonostante tutto.

  10. albin
    novembre 19, 2013 alle 8:57 am

    Ma è possibile che tu non possa procedere contro chi ti ha sporto una querela palesemente infondata? la condanna per denucnia temeraria non viene mai applicata in questo paese! Non puoi sporgere denuncia verso la stessa procura di Bergamo visto che vi è un palese conflitto di interessi tra il querelante e i giudici che hanno chiesto il sequestro?

    • novembre 19, 2013 alle 9:00 am

      Non è possibile poiché la querela è stata approvata dalla Procura.
      Dovrei fare causa alla Procura e questo tipo di cause in Italia non sono possibili.
      Negli USA sì.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: